Comune
Atti Amministrativi
Bandi di gara
Bandi ed Avvisi scaduti
Pubblicazioni

webmail

pec banner

mappa

normattiva

leggi regionali

tp servizi

atm

banca-dati

luglio musicale

Fardelliana logo

Consorzio-universitario

racket

wi-fi

decertificazione

6 aprile 2017 - Intervento dell'Amministrazione Comunale sulle dichiarazioni del Sig. Rizzi.

L'Amministrazione Comunale di Trapani ritiene opportuno intervenire sulle improvvide dichiarazioni, postate sul web in data 4 aprile u.s. da un Cittadino il quale anticipa che – qualora eletto Consigliere Comunale – "la bella vita per alcuni dipendenti pubblici terminerà in poco tempo", promettendo che li metterà "in riga, uno per uno".
"Preme sottolineare che tali dichiarazioni appaiono gravissime in quanto del tutto fuori contesto nella realtà e cultura repubblicana e democratica in cui fortunatamente viviamo, fortemente offensive per la categoria dei pubblici dipendenti che sono onesti lavoratori e in quanto tali meritevoli di rispetto.
Per quanto riguarda eventuali disfunzioni dell'apparato burocratico si ricorda che nell'ambito di una corretta e democratica dialettica amministrativa l'Amministrazione Comunale ha affrontato diverse situazioni che avevano visto alcuni pubblici dipendenti colpevoli di comportamenti non corretti, erogando sanzioni anche pesanti e arrivando al licenziamento nei casi più gravi. Questi casi – pochi ma tutti regolarmente individuati e perseguiti – non possono e non devono assolutamente coinvolgere la totalità dei Dipendenti comunali, che nella stragrande maggioranza infondono nel proprio lavoro energie e abnegazione.
Il fatto che l'Amministrazione abbia individuato, perseguito e sanzionato i Dipendenti che si erano resi responsabili di atti non in linea con i loro doveri dimostra che l'Ente ha la capacità di contrastare tali comportamenti rimanendo nell'ambito della democrazia e della legalità, senza ricorsi a interventi autoritari in contrasto con il vivere civile, oltre che con la nostra Costituzione Repubblicana.
Il tentativo di correggere il tiro – da parte dell'estensore del post – spostando le accuse dagli impiegati ai Dirigenti dell'Ente (in data 5 aprile) non cambia assolutamente le cose: i Dirigenti, al pari di tutti i pubblici Dipendenti, sono soggetti a leggi e regolamenti, e anche per loro sono previste sanzioni in caso di comportamenti che contrastino con quelli.
Chi si sente danneggiato o penalizzato dal comportamento di un Dipendente del Comune di Trapani – Impiegato o Dirigente – ha la possibilità di segnalare tale presunta irregolarità sia all'Amministrazione – che se del caso adotterà le consequenziali misure – sia all'Autorità Giudiziaria che accerterà eventuali reati. Tutto questo nel rispetto delle regole democratiche.
L'Amministrazione Comunale, ritenendo lesive della dignità dei propri Dipendenti le dichiarazioni dell'estensore del post, oltreché assolutamente ingenerose per quella maggioranza di Impiegati che operano nella più cristallina correttezza, ha dato mandato all'Ufficio Legale di verificare se sussistano gli estremi per una querela nei confronti dello stesso".

L'Amministrazione Comunale

Comune
Atti Amministrativi
Bandi di gara
Bandi ed Avvisi scaduti
Pubblicazioni

webmail

pec banner

mappa

normattiva

leggi regionali

tp servizi

atm

banca-dati

luglio musicale

Fardelliana logo

Consorzio-universitario

racket

wi-fi

decertificazione

elezioni

parcheggi

piano

urp-tp

TRIBUTI

ingombranti

banner-trapanievents


AMMINISTRAZIONE-TRASPARENTE

Amministrazione Trasparente. Nuova piattaforma in fase di implementazione


 

consiglio

commissioni

polizia-municipale

logo-sitr

CODICE UNIVOCO FATTURAZIONE ELETTRONICA

registrati

 

SUAP-TP

Logo RSU

Garante della persona disabile

Imposta di soggiorno

acque

bilancio

Segnalazione guasti stardali e illuminazione

aree di sosta

prg

comitatounicodigaranzia

meteo

Amministrazione trasparente

 

Questo sito utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.